English - worldwide actual interest rates and economic indicators   Nederlands - actuele, internationale rentetarieven en economische indicatoren   Deutsch - aktuelle, internationale Zinssätze und Wirtschaftindikatoren   Español - Español - tipos de interés e indicadores económicos actuales e internacionales   Italiano - tassi d’interesse internazionali e sugli indicatori economici   Français - taux d’intérêts et indicateurs économiques actuelles et internationaux   Português - taxas de juros actuais e internacionais e indicadores económicos
Home tassi d’interesse internazionali e sugli indicatori economici
homestatistiche-economicheinflazione

Inflazione, informazioni approfondite sull’inflazione

Per approfondite della percentuale attuale dell’inflazione per paese o per regione fare clic in questo punto.

In questa pagina si trovano approfondite informazioni di sfondo sull’inflazione.

L’inflazione in breve

Il termine Inflazione significa la riduzione del valore del denaro, ovvero l’aumento del livello generale dei prezzi. Letteralmente, inflazione significa gonfiaggio o aumento delle dimensioni. Quando la quantità di denaro presente in un paese (la quantità di denaro nella società) cresce più rapidamente della produzione dello stesso paese, il prezzo medio aumenta a causa dell’aumento della domanda di beni e servizi. L’inflazione può inoltre essere causata dal fatto che il consumatore finale deve sostenere spese più elevate. Ci si riferisce ad esempio all’aumento dei delle materie prime o della produzione, ma anche a tariffe d’imposta più elevate. A seguito di questi aumenti di prezzo, il valore del denaro si riduce. La stessa quantità di denaro consente quindi di acquistare di meno. Ciò non va necessariamente a scapito del potere d’acquisto. Esso infatti si riduce soltanto quando gli stipendi aumentano meno rapidamente dei prezzi.

Conseguenze di un’inflazione limitata

Generalmente, i governi mirano a un’inflazione pari al 2 - 3 percento all’anno. Un’inflazione così bassa è vantaggiosa per l’economia. Una bassa inflazione stimola i consumatori ad acquistare beni e servizi. Se si rimanda, infatti, si paga di più uno stesso prodotto. Una bassa inflazione rende inoltre più interessante prendere a prestito il denaro, poiché spesso nei periodi di bassa inflazione gli interessi sono bassi. Date le conseguenze economiche vantaggiose, il mantenimento di una bassa inflazione è un obiettivo importante per i governi e per le banche centrali.

Conseguenze di un’inflazione elevata

Come osservato sopra, un’inflazione ridotta è vantaggiosa per l’economia. Un’inflazione elevata, tuttavia, è meno vantaggiosa. Se l’inflazione è elevata, la fiducia della popolazione nella propria moneta ed economia può calare, e per gli investitori esteri può essere meno interessante investire nel paese in questione. Un’inflazione elevata, quindi, è spesso a scapito della crescita economica. Quando l’inflazione diventa troppo elevata, la banca centrale del paese spesso interviene aumentando i propri tassi d’interesse e scoraggiando così la creazione di denaro.

Conseguenze della deflazione

L’opposto della deflazione è l’inflazione. In caso di deflazione, il livello generale dei prezzi cala. Con il passare del tempo, quindi, si può acquistare sempre di più con lo stesso denaro. La deflazione è molto negativa per la crescita economica, poiché vi sono elevate probabilità che i consumatori rimandino gli acquisti poiché prevedono che nel prossimo futuro potranno pagarli di meno. In periodi di deflazione, i governi e la banca centrale tentano spesso di stimolare l’economia ad esempio riducendo i tassi d’interesse.

Cifre principali dell’inflazione

Nella maggior parte dei paesi si annotano e si pubblicano numerose cifre d’inflazione. Ci si riferisce ad esempio ai prezzi al consumo e per i produttori. Queste cifre consentono di seguire da vicino l’andamento dei prezzi. Su questo sito web si trovano le seguenti cifre d’inflazione per svariati paesi:
  • Prezzi al consumo CPI
    CPI significa voor consumer price index, o indice dei prezzi al consumo. Si tratta di un parametro per il prezzo medio pagato dai consumatori per i beni e i servizi in base a un “paniere” di mercato. Per ottenere il CPI, occorre raccogliere i prezzi di una serie di beni e servizi. Successivamente questi prezzi vengono ponderati a seconda della quota che detengono nella spesa media dei consumatori. Generalmente l’indice viene calcolato annualmente. In alcuni paesi, tuttavia, il calcolo viene effettuato trimestralmente. Per la maggior parte dei paesi, l’inflazione basata sul CPI è considerata la cifra d’inflazione inferiore per il paese stesso. Il CPI può essere utilizzato ad esempio per adeguare gli stipendi / i salari.
    Per il CPI non esiste uno standard internazionale. Ciascun paese definisce il proprio paniere di beni e servizi e il relativo fattore ponderale.

    Per una panoramica delle cifre attuali di inflazione (CPI) di un grande numero di paesi e regioni fare clic in questo punto

  • Prezzi al consumo HICP
    Per poter confrontare fra loro i prezzi al consumo nei diversi paesi dell’UDE, l’ECB ha creato l’HICP, vale a dire l’Harmonised Index of Consumer Prices o indice dei prezzi al consumo. Si tratta di un indice dei prezzi al consumo paragonabile al CPI armonizzato per l’UE. L’HICP è una media ponderata degli indici di prezzo degli Stati membri e viene calcolato per ciascun paese. L’UE si prefigge di garantire la stabilità dei prezzi, corrispondente a un HICP di circa il 2% all’anno a medio-lungo termine.

    Per una panoramica delle cifre attuali di inflazione (HICP) di un grande numero di paesi e regioni fare clic in questo punto.

Cifre CPI molto seguite
Panoramica CPI vari paesi
Inflazione Belgio CPI
Inflazione Brasile CPI
Inflazione Cina CPI
Inflazione Francia CPI
Inflazione Germania CPI
Inflazione Giappone CPI
Inflazione Gran Bretagna CPI
Inflazione Italia CPI
Inflazione Messico CPI
Inflazione Olanda CPI
Inflazione Russia CPI
Inflazione Spagna CPI
Inflazione Stati Uniti CPI
Cifre HICP molto seguite
Panoramica HICP vari paesi
Inflazione Belgio HICP
Inflazione Europa HICP
Inflazione Francia HICP
Inflazione Germania HICP
Inflazione Gran Bretagna HICP
Inflazione Grecia HICP
Inflazione Italia HICP
Inflazione Olanda HICP
Inflazione Polonia HICP
Inflazione Portogallo HICP
Inflazione Spagna HICP
Inflazione Svezia HICP
Inflazione Turchia HICP
Cifre storiche dell’inflazione
Inflazione 2016
Inflazione 2015
Inflazione 2014
Inflazione 2013
Inflazione 2012
Inflazione 2011
Inflazione 2010
Inflazione 2009
Inflazione 2008
Inflazione 2007
Inflazione 2006
Inflazione 2005
Inflazione 2004
Inflazione 2003
Inflazione 2002
Inflazione 2001
Inflazione 2000
Inflazione 1999

Per aggiornare il contenuto di questa pagina utilizziamo diverse fonti. Per ulteriori informazioni e il nostro scarico di responsabilità, fare clic in questo punto.

CPI inflazione in Stati Uniti1,64 %ottobre 2016
CPI inflazione in Gran Bretagna0,90 %ottobre 2016
CPI inflazione in Italia0,09 %novembre 2016
HICP inflazione in Eurozona0,51 %ottobre 2016
CPI inflazione in Francia0,54 %novembre 2016
CPI inflazione in Germania0,84 %ottobre 2016
Cifre dell’inflazione, fare clic in questo punto
Tasti di scelta rapida:
Tassi Euribor attuali Tassi LIBOR attuali
Tassi Eonia attuali Tassi banche centrali
Inflazione attuale Inflazione attuale CPI